Benanti: "E' sempre un'emozione unica" - Accademia Modena 1912

Benanti: “E’ sempre un’emozione unica”


Dal 2017 Stefano Benanti è un istruttore dell’Accademia Modena. Ha iniziato il suo percorso, purtroppo, nell’anno del fallimento allenando i 2008, proseguendo con i 2009 per due stagioni consecutive, ed ora fa parte dello staff dei Pulcini 2010. Lunedì scorso la scuola calcio ha ripreso l’attività grazie al passaggio della nostra regione da rosso ad arancione. 

Tornando a Saliceta, che emozioni proverete voi tecnici e i vostri giocatori?

“Avendo interrotto gli allenamenti tante volte quest’anno tornare al campo è sempre un’emozione unica, sia per noi mister che per i nostri ragazzi. I bambini non vedevano l’ora di riprendere le loro abitudini quotidiane, giocando e divertendosi con i propri compagni. Questo mese è mancata un’importante valvola di sfogo che li distraeva dopo lunghe ore in DAD”.

Su quali aspetti verteranno maggiormente gli allenamenti?

“Continuando i training con distanziamento, gli aspetti che verranno trattati saranno la motricità, cioè la rimessa in moto e, successivamente, la parte ludica, inserendo la tecnica all’interno di stazioni in modo tale da farli divertire”.

A causa del tempo perduto ci sarà qualche aspetto da recuperare?

“Sembrerà un sciocchezza ma in questa fase i piccoli dovranno recuperare e capire di nuovo cosa significhi far parte di un gruppo e stare insieme ai propri amici e agli istruttori, questa abitudine ahimè è un po’ scemata. I Pulcini 2010 in particolare dovranno riacquistare la parte tecnica e la parte situazionale della partita, non avendo disputato gare ufficiali o quantomeno partitelle in allenamento, quest’aspetto si sarà sicuramente atrofizzato. La mia speranza è di giocare i match ufficiali il prima possibile”.

Secondo il tuo parere, i bimbi sono stanchi di questo periodo o il momento passerà in secondo piano visto il desiderio di ripresa?

“Diciamo che ripresentarsi al campo è un ritorno alla normalità, il desiderio di ricominciare è tanto e la stanchezza generale del periodo non avrà un peso rilevante secondo me. Mi auguro che il periodo sia sempre in miglioramento; fermare il calcio per questi ragazzi è come interrompere una parte della loro vita”. (e.p.)

14-04-2021

#accademiamodena1912